Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Braccare criminali e terroristi e prosciugarne le finanze!

La commissione Libertà civili, giustizia e affari interni (LIBE) ha adottato, giovedì 11 gennaio, con una netta maggioranza (47 voti a favore, 2 contrari, 1 astensione) il rapporto, presentato dalla deputata europea Nathalie Griesbeck, relativo al regolamento europeo sul mutuo riconoscimento delle decisioni di congelamento e confisca.

È assolutamente necessario bloccare e interrompere il flusso di denaro proveniente da e diretto alle organizzazioni criminali, in quanto attualmente il 98,9 % dei profitti di tali organizzazioni - che alcuni studi stimano superiore a 110 miliardi all’anno - resta delinquenti nelle loro mani! Il congelamento e la confisca dei beni delle organizzazioni criminali sono quindi due strumenti essenziali, particolarmente efficaci nella lotta contro la criminalità organizzata e il terrorismo.

La proposta di regolamento, oggi sottoposta a votazione, permetterà il riconoscimento reciproco delle decisioni di congelamento e confisca di beni e averi delle organizzazioni criminali da uno Stato all’altro, cioè permetterà a uno Stato membro di confiscare o congelare beni ubicati in un altro Stato membro, senza ulteriori formalità; in tal modo, il territorio europeo costituirà un’unico spazio di sicurezza e giustizia.

La nostra commissione parlamentare ha assunto oggi una posizione ambiziosa, semplificando e standardizzando le procedure e le formalità tra Stati, riducendo i termini di una rapida attuazione delle decisioni, migliorando la velocità e l’efficacia delle decisioni di congelamento e la confisca di beni e averi delle organizzazioni criminali.

L’Unione europea e gli Stati membri oramai avranno ora a disposizione un arsenale europeo forte e completo per bloccare le finanze di gruppi e reti criminali e terroristiche in quest’ambito.

Chi se ne occupa

Temi correlati

IED YDE