Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Lotta contro il terrorismo: un nuovo punto di partenza per l’Unione Europea

Arnaud Hussenot

Martedì 11 dicembre, Strasburgo è stata colpita da un terribile attentato. Il Partito Democratico Europeo tiene ad esprimere il suo sostegno alle vittime, alle loro famiglie e ai loro cari.

Questo terribile evento dimostra quanto sia necessario rafforzare la sicurezza in Europa. Pertanto, è in questo grave e difficile contesto che il Parlamento Europeo ha adottato a grande maggioranza le sue raccomandazioni volte a rafforzare la lotta contro il terrorismo e a consolidare ulteriormente il valore aggiunto europeo in materia. La commissione speciale sul terrorismo presieduto da Nathalie Griesbeck ha lavorato sulla stesura della presente relazione per 14 mesi.

L’eurodeputata francese si è anche espressa a riguardo: “Il voto di oggi è certamente la conclusione del lavoro del nostro comitato, ma soprattutto è un nuovo punto di partenza per l’Unione Europea nella lotta contro il terrorismo. Gli attacchi di ieri, purtroppo, lo dimostrano ancora una volta: la minaccia a prevedibilità zero non esiste e non esisterà per molto tempo. La minaccia del terrorismo, tuttavia, va oltre i nostri confini materiali e immateriali, è una minaccia europea! Le risposte a queste domande devono essere conformi. Le nostre ricche e concrete raccomandazioni chiedono alla nostra Unione e i suoi membri di rafforzare ulteriormente la cooperazione, fornire risposte comuni effettive ed equilibrate”.

L’eurodeputata tedesca Ulrike Müller ha sottolineato che “È giunto il momento di automatizzare il processo di scambio e di coordinare meglio e connettere i nostri database” e ha concluso dicendo che: “Non dobbiamo permettere la radicalizzazione dei giovani in Europa. L’istigazione a un atto di terrorismo o al crimine d’odio è un reato penale. È pertanto necessario di sfruttare al meglio il quadro giuridico esistente e di puntare tutte le misure legali contro coloro che diffondo odio e estremismo.”

 

Chi se ne occupa

Temi correlati

IED YDE