Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Una successo significativo per quanto riguarda il rispetto dei valori europei: attivazione dell’ articolo 7 contro l’ungheria

European Parliament

Per la prima volta, in seguito a una votazione con la maggioranza di 448 voti contro 197, il Parlamento europeo esorta gli stati membri a far scattare la procedura definita nell’articolo 7 nei confronti dell’Ungheria a causa del rischio di minaccia ai valori dell’UE

Oggi, al Parlamento europeo, il Segretario Générale del PDE Marielle de Sarnez ha sottolineato questa vittoria importante e la eurodeputata francese Nathalie Griesbeck ha ribadito che «Ancora una volta il Parlamento europeo dimostra l'importanza che attribuisce al rispetto dello Stato di diritto, pilastro della nostra Unione. Non lasciamoci sedurre dai discorsi populisti: oggi, non abbiamo votato contro l’Ungheria e soprattutto non contro il popolo ungherese. Oggi, abbiamo votato in favore dei nostri valori, delle nostre libertà, in favore dell’Europa e dei cittadini!

La Vicepresidente del PDE ed eurodeputata tedesca Ulrike Müller ha dichiarato che “Il nostro messaggio è chiaro: quando è troppo è troppo!” Orban deve essere tenuto responsabile. I nostri valori comuni non sono negoziabili.»

L’eurodeputato sloveno Ivo Vajgl, membro individuale del PDE, ha concluso che si tratta della «conseguenza ultima che può essere l’abolizione dei diritti di voto in Ungheria per la violazione dei valori fondamentali dell’UE.”

 

Chi se ne occupa

Temi correlati

IED YDE