Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Verso metodi di pesca meno nocivi grazie all’abolizione della pesca con impulso elettrico

Il Parlamento europeo ha adottato oggi un rapporto ambizioso per chiedere l’abolizione della pesca con impulso elettrico con una netta maggioranza di 399 voti contro 189.

Il rapporto si riferisce all’abolizione di questa pratica nell’Unione europea e rappresenterà la posizione del Parlamento europeo nel corso dei negoziati con il Consiglio.

Nel 1998, l’Unione europea aveva già bandito i metodi di pesca più nocivi, come l’uso di esplosivi e la pesca con impulso elettrico. Tuttavia, erano state concesse delle deroghe per scopi scientifici nel Mare del Nord.

attuale Mentre la situazione nel Mare del Nord è sempre più allarmante, questo metodo è già stato vietato in molti paesi come gli Stati Uniti e il Brasile, nonché nel Mar cinese orientale.

Marielle de Sarnez (Francia) ha quindi indicato che si tratta di una “prima vittoria per la salvaguardia di mari e oceani."

Marian Harkin (Irlanda) ha spiegato che “il Parlamento europeo ha votato per rigettare la pesca elettrica, ma che purtroppo i deputati europei non hanno sostenuto l’attuazione di obiettivi obbligatori."

Gerard Deprez (Belgio) ha concluso che “quasi tutti i paesi del mondo hanno bandito questo tipo di pesca ed è tempo che anche l’Europa la vieti.”

Chi se ne occupa

Temi correlati

IED YDE