Iscriviti alla nostra newsletter
Daverio Bilbao

MORTE DEL NOSTRO AMICO PHILIPPE DAVERIO

Siamo stati molto rattristati dalla notizia della morte del nostro amico Philippe DAVERIO il 2 settembre a Milano.

Alleanza europea per le batterie : « Un progresso significativo »

20191129_01107.png

Questo lunedì la Commissione europea ha dato il via libera al progetto dell’Alleanza europea per le batterie : l’alleanza convalida il principio delle sovvenzioni pubbliche per strutturare questa filiera. « È una decisione estremamente importante », spiega il deputato europeo francese Christophe GRUDLER, vice-coordinatore della Commissione Industria-Energia del Parlamento europeo per il gruppo Renew Europe, che segue la questione fin dall’inizio.

Ricorda che in mancanza di un accordo, gli Stati coinvolti nel progetto si esponevano alle sanzioni della Commissione europea in caso di versamento di aiuti di stato. Ciò non accadrà, poiché l’Alleanza europea per le batterie è riconosciuta dalla Commissione come un « progetto importante di interesse europeo comune » (PIIEC). Sono attesi 3,2 miliardi di euro di aiuti pubblici, per non lasciare libero il campo alla Cina e alla Corea del Sud in questo settore strategico.

« Mi congratulo per l’eccellente coordinamento del progetto realizzato dalla Francia. Ora abbiamo una vera catena di valore europea nel settore delle batterie, alla quale partecipano diversi paesi e numerose imprese, tra le quali le imprese francesi PSA et Saft», afferma Christophe GRUDLER.

Una prima fabbrica pilota dovrebbe essere istituita a partire dal prossimo anno in Aquitania. Una seconda fabbrica, stavolta di produzione, aprirà nel 2022 in Francia, creando diverse migliaia di posti di lavoro.

« Il progetto dovrà integrare una parte di Ricerca e Sviluppo : se inizialmente sarà necessario produrre rapidamente delle batterie agli ioni di litio, in seguito si dovrà altrettanto rapidamente concepire una nuova generazione di batterie, più rinnovabili e meno inquinanti, nel rispetto dei nostri impegni ambientali, soprattutto nel quadro del Green Deal », conclude Christophe GRUDLER, che intende dedicarsi appieno alla riuscita di questo progetto.