Iscriviti alla nostra newsletter

Per noi, è il momento di ricostruire l'Unione!

Abbiamo il dovere di condividere il nostro sogno Europeo con i nostri amati cittadini, condividendo i valori di rispetto della dignità umana, dello stato di diritto, della libertà, dell'uguaglianza, della solidarietà e della responsabilità.

È il momento che i Democratici prendano l'iniziativa.

Erasmus+: l'Europa dice sì ai suoi giovani

Erasmus

È uno dei più popolari e più conosciuti programmi europei. Venerdì scorso, facendo seguito a un accordo istituzionale, è stato promesso un nuovo avvio dell'Erasmus+, con uno stanziamento incrementato di oltre € 10 miliardi per gli anni 2021-2027. Ciò significa che circa 10 milioni di giovani europei potranno prendervi parte, rispetto agli attuali 6 milioni. L'Erasmus+ sarà più inclusivo, permettendo ai giovani che al momento non vi hanno accesso di parteciparvi, soprattutto ai giovani con disabilità o che affrontano limitazioni di natura sociale, economica o geografica.

Il 7 e l'11 dicembre 2020, l'europarlamentare Laurence Farreng (MoDem) ha partecipato alla finalizzazione delle trattative con il Consiglio (rappresentante gli Stati membri) e la Commissione europea sul futuro del programma Erasmus+ per il periodo 2021-2027 ed è molto soddisfatta dei progressi realizzati.

Lo stanziamento del programma è pari a 24,574 miliardi di euro (in prezzi correnti), rispetto ai 14,7 miliardi di euro per il periodo precedente, 2014-2020. L'ambito dell'Erasmus+ sarà esteso permettendo a personale sportivo, discenti adulti, insegnanti della scuola materna e personale educativo della prima infanzia di beneficiare delle attività di mobilità, nonché il ripristino della mobilità per gli alunni delle scuole. L'Erasmus+ avrà, inoltre, un nuovo profilo, con l'integrazione di 3 nuove iniziative: DiscoverEU, le alleanze delle università europee e i Centri di eccellenza professionale e formazione.

Il Parlamento europeo è riuscito a garantire un processo semplificato per iniziative che non possono essere finanziate dall'Erasmus dando accesso al supporto di altri programmi europei. Inoltre, particolare attenzione è stata prestata alla mobilità professionale e formativa e all'apprendistato, consolidati con un incremento adeguato della quota di bilancio.

Gli eurodeputati saranno strettamente coinvolti nell'attuazione di questo Erasmus+ rinnovato, le cui procedure amministrative saranno semplificate.

I Democratici Europei hanno partecipato attivamente alle trattative, al fine di realizzare un programma Erasmus+ più democratico, più aperto e anche più verde. Unitamente all'accordo con il Corpo europeo di solidarietà, questo successo è la prova che l'Europa non sta dimenticando i propri giovani.

Laurence Farreng, che è anche coordinatrice di Renew Europe della commissione per la cultura e l'istruzione, ha dichiarato: "le trattative sono state lunghe, ma ne è valsa la pena! È un programma per tutti, un programma più verde, un programma realmente a misura della nuova generazione europea. L'Erasmus+ 2021-2027 porta speranza. È la promessa che condivideremo ancor meglio le nostre competenze e la nostra cultura"