Iscriviti alla nostra newsletter

Per noi, è il momento di ricostruire l'Unione!

Abbiamo il dovere di condividere il nostro sogno Europeo con i nostri amati cittadini, condividendo i valori di rispetto della dignità umana, dello stato di diritto, della libertà, dell'uguaglianza, della solidarietà e della responsabilità.

È il momento che i Democratici prendano l'iniziativa.

I Democratici europei all’assemblea federale del MEI

WhatsApp-Image-2019-11-08-at-3.00.png

Nei giorni 7 e 8 novembre, il tesoriere Jean Marie Beaupuy, Mihai Sebe e Jose-Maria Etxebarria hanno partecipato all’Assemblea federale del Movimento Europeo Internazionale che ha avuto luogo in Finlandia Helsinki.

L’Assemblea federale, così come l’evento organizzato a latere dal titolo « Il futuro dell’Europa: l’eredità della presidenza finlandese dell’Ue », hanno messo in evidenza le sfide del mondo contemporaneo che dobbiamo affrontare, mantenendo la speranza e l’obbligo di sostenere i valori europei.

In un contesto globale complesso, i valori che uniscono i paesi dell’Unione europea rappresentano una speranza per i popoli del mondo, poiché l’umanesimo europeo è diventato uno standard mondiale.

L’Europa deve fornire risposte pragmatiche a tutte le grandi sfide mondiali (clima, guerra, terrorismo, commercio, economia, ecc.).

In questo quadro, la nuova Commissione europea, il Parlamento europeo e il Consiglio devono rappresentare le nuove forze capaci di apportare soluzioni e una speranza per i cittadini europei.

Il Partito Democratico europeo vuole e deve essere la fonte di ispirazione di una nuova costellazione politica il cui obiettivo è rimettere in marcia l’Europa, perché l’Europa necessita di una riforma democratica profonda.

Noi abbiamo il dovere assoluto di condividere con i cittadini il sogno europeo che è in noi. Noi che siamo i portatori dei valori di rispetto della dignità umana, dello stato di diritto, della libertà, dell’uguaglianza, della solidarietà e della responsabilità.

Questi valori si incarnano nelle nostre società attraverso il pluralismo, la non discriminazione, la tolleranza, il rispetto delle minoranze nazionali e linguistiche, l’uguaglianza tra gli uomini e le donne, e l’investimento nei giovani e nell’istruzione.