Iscriviti alla nostra newsletter

Per noi, è il momento di ricostruire l'Unione!

Abbiamo il dovere di condividere il nostro sogno Europeo con i nostri amati cittadini, condividendo i valori di rispetto della dignità umana, dello stato di diritto, della libertà, dell'uguaglianza, della solidarietà e della responsabilità.

È il momento che i Democratici prendano l'iniziativa.

Imposta sul solare cinese: "una buona notizia per l'industria europea"

mds12large_0.jpg

Marielle de Sarnez, relatore sulle relazioni commerciali UE-Cina al Parlamento europeo, ha accolto con favore la decisione di istituire una tassa sul fotovoltaico cinese.

"La decisione della Commissione Europea di introdurre una tassa sul solare cinese è una buona notizia per l'industria europea. Questo settore della nostra economia è già stata minata da molti mesi, per i sovvenzioni illegali da Pechino per esportare i suoi pannelli solari e questa industria del futuro sta minacciando di crollare. Nel 2012, quasi venti maggiori produttori europei sono stati costretti a cessare la loro attività. Era giunto il momento per l'Europa di rispondere con fermezza per far rispettare i suoi propri diritti nel commercio internazionale, che sono coerenti con le norme dell'OMC.

Dopo sei mesi di applicazione dei dazi provvisori, per cui nel dicembre 2013, il Consiglio avrà il potere di decidere le misure definitive contro l'industria fotovoltaica cinese. Se le distorsioni sono ancora vere, sarà necessario che gli Stati membri si assumano la lora responsabilità.

L'Unione europea si è perso troppo tempo. Dobbiamo ora sviluppare una vera e propria strategia industriale comune, dando importanza per lo sviluppo di lungimirante energie rinnovabili. Penso, in particolare, della necessità di una strategia europea per (ri)costruire una industria fotovoltaica europea competitiva e sostenibile.