Iscriviti alla nostra newsletter

Per noi, è il momento di ricostruire l'Unione!

Abbiamo il dovere di condividere il nostro sogno Europeo con i nostri amati cittadini, condividendo i valori di rispetto della dignità umana, dello stato di diritto, della libertà, dell'uguaglianza, della solidarietà e della responsabilità.

È il momento che i Democratici prendano l'iniziativa.

"L’Idea Democratica e l’Avvenire dell’Europa": Consiglio del PDE – Roma, 8 Dicembre 2017

rome-pantheon.jpg

L’Idea Democratica e l’Avvenire dell’Europa è il tema su cui il Partito Democratico Europeo, fondato e co- presieduto da Francesco Rutelli e François Bayrou, chiama a confrontarsi alcune importanti personalità di gov- erno e politiche europee. L’appuntamento è per la mattina di venerdì 8 dicembre presso il Tempio di Adriano a Roma. Un’iniziativa pubblica pro-europea, centrata su tre questioni:

  1. L’attrattiva delle idee Democratiche è in crisi, in Europa e non solo. E’ un declino inevitabile?
  2. I processi di separazione dall’UE e di secessioni interne - dopo decenni di allargamenti - cresceranno, o si ridurranno?
  3. Quali priorità mettere al centro di una nuova agenda pro-integrazione europea, verso il rinnovo delle istituzioni e le elezioni del 2019?

Le conclusioni saranno affidate al Presidente del Consiglio dei Ministri, Paolo Gentiloni.

Si alterneranno esponenti del Governo italiano (il Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda; la Ministra della Salute, Beatrice Lorenzin; il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio per gli Affari Europei, Sandro Gozi; il Sottosegretario agli Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Benedetto Della Vedova) e personaggi pro-europei di primo piano. Tra di essi tre donne del governo e della maggioranza parlamentare di Macron: Geneviève Darrieussecq, Segretaria di Stato presso il Ministero della Difesa francese; Marielle de Sarnez, Presidente della Commissione Affari Esteri francese; Jacqueline Gourault, Ministra presso il Ministero dell’Interno francese; Alain Lamassoure, deputato europeo francese e storico esponente pro-UE.

Di grande interesse la presenza di due governatori autonomisti spagnoli, che descriveranno la situazione alla luce del proposito secessionista della Catalogna: Fernando Clavijo Batlle, Presidente del Governo delle Isole Canarie, e Iñigo Urkullu, Presidente del Governo dei Paesi Baschi, affiancato da Andoni Ortuzar, Presidente del partito autonomista basco EAJ-PNV, e vicePresidente del PDE.

Ai lavori prenderanno parte decine di delegati provenienti da quindici nazioni europee.

Francesco Rutelli ha dichiarato: “C’erano una volta le minoranze anti-europee. Secondo alcuni, potrebbero es- sere diventate maggioranza. Ma gli europeisti sono stati spesso in minoranza, ed è il momento che tornino a far sentire una voce forte e credibile contro euroscettici, secessionisti e anti-democratici. Il nostro appuntamento romano sarà molto interessante per capire e per influire positivamente sulle tendenze in Europa, così importanti per i nostri Paesi.”