Più trasparenza nella pubblicità politica per proteggere i processi democratici

Oggi i Democratici europei sono lieti di accogliere l'adozione della relazione sulla trasparenza e l'orientamento della pubblicità politica da parte della Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori. Il PDE riconosce e ringrazia il relatore del Parlamento europeo per questo regolamento e il Segretario generale dell'EDL, Sandro Gozi, per il suo lavoro e la sua dedizione nel rendere questo voto un successo. In questo modo è più facile per i cittadini riconoscere una pubblicità politica e sapere perché è presente e chi la finanzia.

Ciò migliora la cooperazione tra i governi, in quanto le autorità nazionali possono concordare sanzioni armonizzate. Gli eurodeputati e gli altri funzionari devono affrontare la sfida di combattere la disinformazione che disturba il processo democratico. Questa relazione va di pari passo con il regolamento del Digital Services Act (DSA).

Il segretario generale del PDE, Sandro Gozi, ha affermato che "la politica cambia continuamente forma e la pubblicità politica ne sta diventando una dimensione sempre più importante. Una volta in vigore, ci auguriamo che entro la fine dell'anno le elezioni nell'UE siano più trasparenti e resistenti alle manipolazioni, come testimoniato dallo scandalo di Cambridge Analytica".

"La relazione renderà la pubblicità politica online abusiva un ricordo del passato, rendendo impossibile sfruttare le debolezze specifiche delle persone. Dobbiamo rimuovere gli attuali ostacoli alle campagne elettorali veramente transnazionali nelle elezioni europee. Questa legislazione renderà anche gli attori politici più responsabili delle pubblicità che pubblicano. E quando le regole verranno infrante, è possibile imporre sanzioni più efficaci in tutta l'UE".

Sandro Gozi continua a sottolineare l'importanza di questa relazione in quanto "stiamo stabilendo la lotta contro la disinformazione e l'interferenza straniera; il divieto di manipolazione degli elettori con tecniche digitali; la rimozione degli ostacoli alla libertà dei servizi di pubblicità politica e alle vere campagne europee transnazionali; una maggiore responsabilità degli attori politici in materia di pubblicità, ed infine sanzioni più efficaci imposte in modo equo in tutta l'Unione europea".

Membro/i correlato/i

Sandro<br>Gozi
Sandro
Gozi
Segretario Generale

Francia

Notizie correlate

Tema correlato

La famiglia democratica

Il Partito Democratico Europeo garantisce il massimo livello di trasparenza nel perseguimento dei suoi scopi, nonché nella sua organizzazione e nel suo finanziamento.

Le organizzazioni partner sono i Giovani Democratici Europei (YED) e l'Istituto dei Democratici Europei (IED).

Informazioni di contatto

+32 2 213 00 10
Rue Montoyer 25, 1000 Bruxelles, Belgique

Le nostre delegazioni parlamentari

Mentions Légales | Privacy |
Avec le soutien financier du Parlement européen

Nous n'avons pas pu confirmer votre inscription.
Votre inscription est confirmée.

La newsletter

Inscrivez-vous à notre newsletter pour suivre nos actualités.